Gennaio, nell’orto, nel giardino e nel tuo balcone

COLORA LA CASA: La viola pansè è la specie da fiore con più colori disponibili per rallegrare aiuole e balconi. Molto rustica, resistente al gelo e sotto la neve; sono le fioriture più adatte in aiuola. La continuità di fioritura, anche nei mesi più bui, è garantita dalla varietà a fiore piccolo e medio.

 

SONO DISPONIBILI,  dalle nostre serre a KilometriZERO,  le Viole Pansè di nostra produzione !

ORTO: Se il terreno non è gelato, o troppo bagnato iniziate la vangatura interrando del concime organico (ad esempio del stallatico pellettato) che avrà il tempo di integrarsi e migliorare la qualità del terreno.

Un eventuale gelata ne migliorerà le caratteristiche di sofficità.

Mettere da parte la cenere del caminetto (e i gusci d'uova), li userete contro le lumache (vedi mese di Aprile).
FRUTTETO:E' tempo dei primi trattamenti con rame per prevenire le malattie più frequenti e tenacidelle druoacee (pesco, albicocco, ciliegio...).

STELLA DI NATALE: continuate a bagarla regolarmente se è ancora in casa.

Se invece ha perso la sua bellezza provate a conservarla in un luogo fresco (6°-13°C) e luminoso tenendo leggermente umido il terriccio.

Dicembre, nell’orto, nel giardino e nel tuo balcone

Dicembre, nell'orto, nel giardino e nel tuo balcone

COLORA LA CASA: con le pante da fiore fiore disponibili nel nostro Garden Center:

Una Stella di Natale in casa tutti vorremmo che durasse a lungo. Se vogliamo che la sua durata vada oltre le festività Natalizie, occorre sceglierla bene, ed acquistarla di chi la coltiva perchè è una pianta che mal sopporta i lunghi trasporti, e inoltre potete chiederci  utili e facili consigli per un lungo mantenimento. Floricoltura Daniela coltiva e produce Stelle di Natale, ciclamini e piante da orto direttamente.

Avrete solo l'mbarazzo della scelta potendo scegliere dal  Ciclamino Friulano, al Boscolino per arrivare a preferire la Rosa di Natale o la  Stella di Natale di nostra produzione!

NOVITA' NATALE 2018: richiedile al nostro Staff.

ORTO: appena avete un pò di tempo, fate il progetto dell'orto primaverile, tenendo conto dei giusti avvicendamenti e consociazioni tra piante, per non "stancare il terreno"e renderlo sempre più produttivo in modo naturale. Venite a chiderci consigli ed informazioni, il nostro staff sarà sempre a vostra disposizione.

GIARDINO E BALCONE: Proteggete dal gelo le piante più delicate con tessuto non tessuto! Se avete ritirato le piante in vaso in luogo protetto, fate in modo ch eil terriccio rimanga leggermente umido, ma mai troppo umido neè troppo secco. Dosate molto attentamente l'acqua sopratutto per le piante pi+ esigenti al caldo. Per queste, nel vaso è preferibile il secco dell'umido. NON CONCIMATE

Novembre nell’orto, nel giardino e nel tuo balcone.

COLORA LA CASA: Gli ibridatori di crisantemi ogni hanno creano nuove varietà sempre meno somiglianti al crisantemo tradizionale, nei colori e nelle forme, con cui fare bellissimi bouquet e colorare la tua abitazione.

ORTO: Vangare il terreno prima delle gelate e concimarlo usando letame maturo o pellettato, indispensabile sopratutto nelle aiuole dove metteremo pomodori, melanzane, zucchine e peperono che sono le colture più esigenti.

Evitare di mettere i pomodori nelle stesse aiuole dove sono stati l'anno prima. Alternateli con delle leguminose coem piselli, fagioli e tegoline che arrichiscono il terreno

GIARDINO E BALCONE: ul davanzale della finestra inizia a provare i nuovi ciclamini che resistono fono a qualche grado sotto zero. Potrai evitare di portali dentro casa la sera fino a 1-2 gradi sotto zero.
Se abiti in centro città, è più facile che le strade siano più riparate dai venti freddi, potrai cosi provare a lasciarli fuori tutta la stagione.

FRUTTETO: potare gli alberi da frutto e arbusti in giardino;mettere a dimora i nuovi alberelli da frutto comperati in vaso.

Da fare il trattamento preventivo con rame per le malattie primaverili-estive.

Bulbi da piantare in Settembre

Bulbi da piantare in Settembre

L’arrivo di Settembre ci ricorda che l’estate sta per salutarci, e che è arrivato il periodo per eseguire determinati lavori in giardino o in terrazzo.

 

Settembre, è Il mese più indicato per programmare un’esplosione di colori nel tuo giardino!

Siamo in autunno, quindi ricordiamoci che, è il momento ideale per porre a dimora le bulbose a fioritura primaverile, fiori e colori che vedremo sbocciare in primavera. Per garantirci un giardino e un davanzale ricco di colori vivaci e di profumi rilassanti, scegliamo diverse varietà di fiori.

 

Nel nostro carrello della spesa di Settembre, assieme alle piante da orto che acquistereno, ci sarà posto per tutte quelle qualità di bulbose che sceglieremo per la fioritura primaverile del nostro giordino o balcone! I bulbi da fiore sono un genere di facile coltivazione e senza troppa fatica permettono di godere di bellissime fioriture primaverili ed estive anche ai giardinieri più inesperti!

Se volete godere della bellezza  dei fiori con i loro colori  e il loro profumo nei vostri giardini, balconi o case, non è troppo tardi per mettere a dimora tanti tanti bulbi da fiore.

 

Le possibilità sono molto numerose e potrete selezionare i fiori a seconda dei vostri gusti o colori preferiti. Dai narcisi ai tulipani, ecco alcuni consigli utili per scegliere i bulbi da piantare in autunno in preparazione del giardino di primavera.

 

bulbi_1_crocus

I crocus fioriscono all’inizio della primavera e ne preannunciano l’arrivo. Sono in grado di spuntare anche tra la neve. I fiori sono di solito di colore giallo o violetto. Potrete piantare i bulbi in vaso o in giardino, ai piedi degli alberi già spogli, dove la terra non verrà smossa.

Posizionate i bulbi a circa 10 cm di profondità, con il lato piatto rivolto verso il terreno.

bulbi_2_narcisi

Sono i fiori protagonisti di leggende e poesie, oltre che veri e proprio simboli della primavera. Il loro tipico colore giallo dona allegria. Potrete trovare narcisi di differenti tonalità e dimensioni. Fioriranno all’arrivo delle giornate di sole primaverili. Potrete piantare i narcisi ai bordi dell’orto o del giardino, oppure creare un’aiuola multicolore.

bulbi_3_tulipani
Sbocceranno in primavera e vi rallegreranno con i loro petali variopinti. Piantate i bulbi tra settembre e ottobre, prima dell’inizio delle gelate. Posizionateli ad una distanza di 100-15 cm l’uno dall’altro, con la punta rivolta verso l’alto e a 5-10 cm di profondità.

bulbi_4_bucaneve

I bucaneve, come i crocus, segnano la fine dell’inverno. I loro fiori bianchi riescono a resistere alle temperature ancora rigide. La loro presenza crea un meraviglioso contrasto nei terreni ancora incolti. I bucaneve amano la compagnia di altri fiori. Piantateli in piccoli gruppi e trapiantateli, per distanziarli, quando saranno spuntate le foglie o i primi boccioli.
Posizionate i bulbi a 5 cm di profondità e a 5 cm di distanza uno dall’altro.

bulbi_5_campanule

Sono un classico di prati e giardini. Nel corso del tempo si moltiplicheranno creando un meraviglioso tappeto di colore blu e violetto. Le campanule amano la penombra. Piantate i loro bulbi ai piedi degli alberi che in autunno rimangono spogli, oppure accanto ai bucaneve.
Posizionate i bulbi di campanule a 10 cm di profondità e di distanza l’uno dall’altro.

bulbi_6_iris 

Blu, viola, arancio e giallo. Grazie agli iris potrete creare un vero e proprio arcobaleno di colori in giardino. Potrete seminare accanto a loro papaveri, fiordalisi e erbe di campo, per creare un effetto molto gradevole. Crescono in climi sia freddi che miti.

Piantate i bulbi di iris a circa 6 cm di profondità e alla stessa distanza l’uno dall’altro.

bulbi_7_allium

Piantate i bulbi di allium in autunno se vorrete vederli fiorire in tarda primavera o all’inizio dell’estate, con una vera e propria esplosione di colori. Sono adatti per le bordure dell’orto. Possono spaziare dal rosa, al porpora, al violetto. Amano essere posizionati in pieno sole. Per una fioritura precoce, coltivate i bulbi di allium in vaso, in un luogo riparato dal freddo. Piantate i bulbi ad una profondità di 6-8 cm e ad una distanza di 10-12 cm.

bulbi_8_giglio

Scegliete bulbi di giglio a fioritura primaverile, che potrete piantare in autunno. Coltivate i gigli in terrazzo o in giardino, in una posizione semi-soleggiata. Interrate i bulbi ad una profondità di almeno 10 cm e ad una distanza di 5 cm l’uno dall’altro.
I gigli non amano i terreni troppo umidi. Unite dunque al terriccio un po’ di sabbia per favorire il loro sviluppo.

bulbi_9_giacinto

Piantate i bulbi di giacinto in autunno, prima dell’arrivo delle gelate. Potrete scegliere tra vari colori: blu, rosa, violetto, arancio e altri ancora. Interrate i bulbi di giacinto in vaso o in giardino. Potrete conservare i bulbi dell’anno precedente e piantarli di nuovo con l’arrivo dell’autunno.
Posizionateli ad una profondità di almeno 10 cm e una distanza di 10-15 cm.

bulbi_10_muscari

Il muscari fiorisce in piena primavera, tra aprile e maggio. Può raggiungere un’altezza di 25 cm. E’ adatto soprattutto per le bordure di orti e giardini, oltre che per le aiuole. E’ conosciuto anche con il nome di giacinto a grappolo. Potrete trovare fiori di colore azzurro, blu e violetto.
Piantate i bulbi di muscari a circa 5-7 cm di profondità.

Fonte Immagini: wikipedia.orgtuttobulbi.it | semiart.com

Riccia o liscia, la seminiamo a Luglio!

Riccia o liscia? Di indivia ce n’è per tutti i gusti: riccia a foglie increspate o scarola con foglie più dritte e lisce. E moltissime sono le varietà sia della riccia (Bianca Riccia, Pancalieri, Riccia d’inverno, ecc,) che della scarola (Casco d’oro, Cuore Pieno, Jeti, ecc,)

Pur essendo del tutto simili, quanto a terreno, coltivazione e raccolta, l’indivia riccia è meno resistente al freddo. Alcune varietà possono essere raccolte durante l’autunno e l’inverno a patto di proteggerle, perché le brinate precoci e le gelate invernali potrebbero danneggiarle. Per un consumo tardivo è meglio quindi scegliere varietà resistenti al freddo e prevedere delle piccole coperture se il termometro dovesse scendere di troppo sotto lo zero.

  • Imbianchimento – Prima della raccolta per rendere le foglie dell’indivia più tenere, croccanti  e meno amare, possiamo procedere con l‘imbianchimento, Ecco come effettuarlo:
  • Coltivazione – Su di una fila di 3 m si possono coltivare 9-10 piante. Teniamo lontane le infestanti con scerbature frequenti o con pacciamature.
  • Luna e trapianto – Per chi ha seminato in semenzaio o per chi compra piccole piantine ricordiamo che il trapianto, secondo il calendario lunare, va effettuato nella prima settimana di luna crescente, subito dopo la luna piena.
  • Semina – La semina dell’indivia si effettua in pieno campo da luglio a fine settembre a seconda di quando vorremo raccoglierla, considerando che l’indivia sarà pronta in 3-4 mesi.
  • Consociazioni – Mettiamo l’indivia in compagnia di cicoria e porri, mentre è meglio tenerla lontana dai cavoli e finocchi.
  • Terreno e rotazione – Leggero, ben drenato e arricchito di sostanza organica. Se seguite i criteri della rotazione degli ortaggi le indivie possono essere piantate sul terreno lasciato libero dalle patate.
    • Scegliamo una giornata di sole o di vento, perché le foglie siano ben asciutte e leghiamole con uno spago non troppo strette.
    • Copriamo il cespo con un vaso di terracotta capovolto e tappare il foro di drenaggio con del cartone o con un pezzo di mattone.
    • Dopo 1 settimana o 10 giorni, se l’operazione viene fatta all’inizio dell’autunno, oppure dopo tre settimane se viene fatta  in inverno, i cuori delle indivie saranno bianchi e pronti per la tavola.

Una volta raccolta è consigliabile consumare subito l’indivia, perché le foglie tendono subito ad indurirsi.

1 2 3