Ciclamino selvatico o da vaso?

pubblicato in: Giardino | 0

I ciclamini con il loro fiori lillà rendono l’inverno un po’ più allegro! Da settembre in avanti sono uno dei pochi fiori invernali che resistono alle basse temperature. Come curare i fiori di ciclamino? E come fare a fare durare una pianta di ciclamino per tutto l’inverno? Ecco passo per passo i consigli per avere ciclamini bellissimi!

FVG_1024x160

Ciclamino selvatico o da vaso?

Come vedi esistono vari tipi di ciclamino che non vanno confusi tra di solo. Il ciclamino selvatico ha fiori piccoli, è perfetto da coltivare nel giardino come bordura a grandi piante che lo proteggano dal sole. Questo tipo di ciclamino fiorisce in tarda estate. Altro discorso per il ciclamino da vaso, molto più diffuso: ha fiori più grandi di colorazioni che vanno dal bianco al rosa intenso.

Ciclamino in vaso: dove posizionarlo?
I ciclamini da vaso amano la luce che non deve essere diretta e che non riscaldi troppo l’ambiente. Cercate di mettere i ciclamini in zone fresche della casa con temperatura che oscillino tra i 10 e i 18 gradi. Fate attenzione a non lasciarli al centro di correnti d’aria o in zone esposte a folate di vento: ai ciclamini non piacciono!
In estate i ciclamini vanno posizionati nella zona più fresca della casa e lontano dai raggi diretti del sole che li farebbe soffrire!

Il ciclamino in vaso resiste al freddo?
Naturalmente sì: essendo una pianta invernale non si spaventa davanti alle basse temperature. Attenzione però alle gelate invernali più rigide che potrebbero essere fatali per la pianta. Freddo sì, ma non troppo! Per far durare il vostro ciclamini anche in condizioni “estreme” leggete questi consigli>>

Ciclamino, di quanta acqua ha bisogno?
Durante il periodo invernale il ciclamino non ha bisogno di molta acqua: basta accertarsi che il terreno sia umido e aggiungere un po’ di acqua nei momenti in cui il terreno è troppo secco. Per accertarsi che non si dia troppo acqua al ciclamino versatela nel sottovaso: sarà la pianta a risucchiare la quantità di acqua a lei necessaria. In estate avrà bisogno di pochissima acqua visto che la pianta non è durante il suo ciclo vegetativo.

Il ciclamino: come conservarlo da un anno all’altro
Verso giugno la pianta di ciclamini non avrà più fiori: dovrete accertarvi di togliere sempre le foglie secche e i fiori appassiti. Verso giugno del vostro ciclamino vi saranno rimasti solo i bulbi: teneteli in una zona ombreggiata e al riparo dal sole. A settembre travasateli in un terriccio nuovo e annaffiate con maggiore regolarità.

Tra i fiori da regalare il ciclamino è uno dei più amati: ma qual è il suo significato? Ecco a chi regalare una piantina di ciclamini per fare i migliori auguri!

Un fiore dai petali colorati e facile da curare: i ciclamini sembrano essere i fiori perfetti da regalare, ma siete sicuri di averli donati alla persona giusta? Il cilamino è un fiore dalle origini molto antiche a cui nel corso del tempo sono stati assegnati più significati, a volte anche contraddittori.

Le radici di ciclamino contengono una piccola quantità di veleno pericoloso per gli uomini: per questo motivo viene associato alla diffidenza e allo scoraggiamento.
Tuttavia in passato si riteneva che chi lo piantasse non potesse più essere colpito da possibili malefici: funzionava insomma come un vero e proprio amuleto contro la sfortuna!

Infine la particolare forma dei suoi petali ha fatto si che venisse identificato come un fiore simbolo della fertilità. Il ciclamino può essere quindi regalato come augurio per l’arrivo di un bebè o come pianta portafortuna per chi sembra essere un po’ sfortunato.

Meglio però evitare di regalarlo alla propria dolce metà: il suo valore negativo associato a una storia d’amore indica infatti l’esitazione e la poca sicurezza nella relazione che si sta vivendo